Augusto Daolio

“Sono nato il 18 febbraio 1947 a Novellara di Reggio Emilia, nel cuore della notte mentre freddo e brina duellavano con rami secchi di pioppi e tigli. Sono nato al caldo e mi hanno chiamato Augusto come un nonno che non ho mai conosciuto. Il cognome Daolio mi è stato dato da un uomo semplice e a suo modo dolce e complice. Dall'età di sedici anni canto in un gruppo che si chiama Nomadi, scrivo canzoni e giro il mondo. C'è un altro mondo dentro di me che racconto con il disegno e la pittura, lo faccio da parecchi anni e alberi, rocce, cieli, lune, ombre e altro popolano questi miei racconti. Ho esposto in giro per l'Italia, ho illustrato dischi, libri, cartoline. Manifesti. Non disegno per riempire un vuoto ma per vuotare un pieno che è dentro di me e preme.”

Il 7 ottobre 1992 ci lasciava Augusto Daolio, storica voce dei Nomadi. Figura straordinaria dentro e fuori dal mondo della canzone. Uno di quelli che hanno fatto la storia e non solo della musica.

Cannibali e Re

Commenti

Etichette

Mostra di più

Post popolari in questo blog

The Neville Brother's - Brother's Keeper (1990)

Neil Young With Crazy Horse – Colorado (2019)