Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2013

Stevie Ray Vaughan at the Montreux Jazz Festival, 1985: The Concert Film

Immagine
Negli anni ottanta Stevie Ray Vaughan attraversò la scena musicale internazionale come un tornado. La sua chitarra incredibilmente abile e fluida, ci regalò una serie di dischi di platino. Nell'estate del 1990 purtroppo, l'elicottero che stava guidando, a causa di un uragano, si schiantò contro una collina nel Wisconsin. Questo film concerto "cattura" Vaughan nel suo pieno vigore. E' il 15 luglio del 1985, durante la seconda apparizione di Vaughan al Montreux Jazz Festival, la sua prima fu nel 1982, una mezza catastrofe. Vaughan e la sua band Double Trouble non avevano neanche un disco all'attivo, erano praticamente sconosciuti al di fuori del Texas, e la loro performance al Montreux fu' accolta da fischi da parte di alcuni membri del pubblico. Vaughan rimase molto scosso. Non era mai stato fischiato prima. Questa volta però, il ritorno è trionfale. Niente fischi. Vaughan aveva un paio di dischi di platino alle spalle. Con i Double Trouble avevano

Cassandra Wilson

Immagine

The Clash Live in Tokyo, 1982

Immagine
Tra la fine di gennaio e i primi di febbraio del 1982, i Clash suonarono in Giappone. Per la band, reduce da un lungo tour nell'Estremo Oriente, sarebbero stati gli ultimi concerti, almeno con la loro lineup classica. Il concerto è stato apparentemente ripreso nella quarta notte del tour, al Nakano Sun Plaza di Tokyo il 28 gennaio 1982. Secondo il giornalista musicale Chris Salewicz nel suo libro Redemption Song: La storia di Joe Stummer, rivela che i Clash si erano rifiutati di suonare in Giappone perché veniva vietato al pubblico giapponese di stare in piedi. Dopo un compromesso è stato convenuto che gli spettatori potevano stare in piedi, ma solo ai loro posti.

T-Bone Burnette

John Henry "T-Bone" Burnette (1945), nativo di St. Louis, cresce a Fort Worth, Texas, ascoltando musica popolare (blues, country, rockabilly, tex-mex)e frequentando, ancora adolescente, un ambiente composto da artisti e intellettuali. Conoscenza della tradizione e vivacità intellettuale lo porteranno poi a divenire uno degli autori più colti fra i songwriter contemporanei. Discografia e Wikipedia

Johnny Cash canta "Man in Black" per la prima volta, 1971

Immagine
Dopo l'ultimo video di Neil Young che si "esercita" nel "The Johnny Cash Show" nel 1971, è la volta di un altro momento straordinario della stessa puntata: Johnny Cash che introduce la sua canzone diventata poi un classico "Man in Black".

Para – Calexico

Ti stringo il polso Tu ti mordi il labbro La spinta diventa un abbraccioTocco il tuo viso Tu chiudi gli occhi L’abbraccio diventa uno spintone Vado via Tu mi segui a distanza troppo ravvicinata Lo spintone si sta affermando E non c’è un posto dove andare Calmati Calmati fino in fondo Calmati Calmati fino in fondo al di sotto del livello dell’acqua Ora ti vedo Attraverso un muro di vetro Tutto quello che sei tu resta con te Tutto quello che sono io resta con me Ma vediamo tutto Proviamo tutto E non c’è nessun posto in cui non possiamo andare Calmati Calmati fino in fondo Calmati Calmati fino in fondo al di sotto del livello dell’acqua

Nick Cave and Bad Seeds - Murder Ballads

Immagine

Actis Dato Carlo

La musica che non trasmette sentimenti, immagini, pensieri, ricordi, è unicamente rumore di fondo.

Bud Powell

Pianista (1924 - 1966); al secolo Earl Powell. Fra il 1947 e il '53, fu il più grande pianista prodotto dal movimento bop. Il suo slancio esecutivo, al pari di quello di Parker, lo portava a delineare cavalcate solistiche travolgenti, squassanti. Trascorse buona parte della sua esistenza in istituti psichiatrici. Discografia e Wikipedia

Long Nights - Eddie Vedder

Immagine
Non avere paura Per quando sono da solo Starò meglio di quanto non stessi prima Ho questa vita Andrò in giro per crescere Chi ero prima Non riesco a ricordarlo Lunghe notti mi permettono di sentire... Sto cadendo… sto cadendo Le luci si spengono Mi lasciano sentire Sto cadendo Sto cadendo al sicuro per terra Ah... Prenderò questa anima che è dentro di me ora Come un amico nuovo Che conoscerò per sempre Ho questa vita E la volontà di dimostrare Che sarò sempre migliore di prima Lunghe notti mi permettono di sentire... Sto cadendo… sto cadendo Le luci si spengono Mi lasciano sentire Sto cadendo Sto cadendo al sicuro per terra Ah...

Miriam Makeba

Immagine

‘The Needle and the Damage Done’: Neil Young interpreta due canzoni nel The Johnny Cash Show 1971

Immagine
Bel filmato tratto da una classica puntata di "The Johnny Cash Show", dove Neil Young canta un paio delle sue canzoni scritte da poco. "Johnny Cash on Campus" è stata un'edizione speciale, andata in onda il 17 febbraio 1971. Cash e il suoi collaboratori hanno visitato l'Università di Nashville per parlare con gli studenti. Nel programma, uno di loro solleva il tema della droga nel settore della musica,  e Cash, parla brevemente del suo problema con la droga prima di introdurre il giovane Neil che canta "The Needle and the Damage Done".

Solomon Burke

Solomon Burke (1936 - 2010) sin da piccolo canta e predica nella chiesa fondata dalla nonna (alla quale dedicherà Be Bop Grandma, un r'n'r atipico per la sua produzione), guadagnandosi il soprannome di Wonder Boy Preacher e più tardi quello di The Bishop, ossia Il Vescovo. Dala metà dei '50 effettua le prime registrazioni per Apollo e Singular. Discografia e Wikipedia

Etichette

Mostra di più