Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2014

Accadde oggi...

Immagine
31 marzo 1958: esce "Johnny B. Goode" di Chuck Berry. Ancora oggi è considerata il certificato di nascita del rock’n’roll.

Accadde oggi...

Immagine
30 marzo 1964: nasce Tracy Chapman. Non si ricordavano molte cantautrici nere di successo prima di lei, se non nei generi consueti della black music. Faceva un folkrock suo, veniva da Cleveland, Ohio, e nel 1988 il primo disco sfondò grazie alla sua voce, alla chitarra e a testi duri e appassionati. Dopo, non ci riuscì mai più, anche se anni più tardi le è di nuovo uscita dal cappello qualche bella canzone.

A Horse With No Name - America

Un Cavallo Senza Nome

Nella prima parte del viaggio
riguardavo tutta la mia vita
C'erano alberi ed uccelli e rocce e cose,
c'era sabbia, colline e catene di montagne.
La prima cosa che incontrai fu una mosca e il suo ronzio
ed un cielo senza nuvole.
Il clima era caldo e il terreno arido,
ma l'aria era piena di suoni.

Ho attraversato il deserto su un cavallo senza nome
Mi sentivo bene lontano dalla pioggia,
nel deserto puoi ricordare il tuo nome
perché non c'è nessuno che ti causi dolore.

Dopo due giorni sotto il sole del deserto
la mia pelle ha cominciato ad abbronzarsi.
Dopo tre giorni sotto il sole del deserto
guardavo il letto di un fiume
e la storia che raccontava di un fiume che scorreva
mi ha intristito pensando che fosse morto

Ho attraversato il deserto su un cavallo senza nome
Mi sentivo bene lontano dalla pioggia,
nel deserto puoi ricordare il tuo nome
perché non c'è nessuno che ti causi dolore.

Dopo nove giorni, ho liberato il cavallo
perché il deserto er…

Robert Wyatt - Rock Bottom (1974)

Immagine
di Silvano Bottaro
Non è facile descrivere questo album, la sua bellezza è direttamente proporzionale alla sua complessità. Sono i Suoni e i sospiri di un uomo distrutto nel fisico, ma spiritualmente integro come pochi. Wyatt ritrova se stesso e l'inizio di una nuova vita proprio quando stava per perderla. Costretto su una sedia a rotelle, Wyatt realizza insieme ad amici canterburiani di vecchia data come Richard Sinclair, Hugh Hopper e uno straordinario Mike Oldfield, uno dei pochi toccanti inni di pace e d'amore mai ascoltati. Non c'è più la lucida follia dei Soft Machine, ne la psicotica anarchia dei Matching Mole, ma una musicalità dolce pervasa da un senso di commovente tranquillità e una voce roca che sembra quasi sottolineare i passaggi di questa eterea e sognante dimensione. Rock Bottom è un fascio di luce radioso che entra dalle finestre dell'anima per esaltare l'imperscrutabile grandiosità della vita. Un destino oltraggioso a causa dell'autolesionismo…

Accadde oggi...

Immagine
27 marzo 1924: nasce Sarah Vaughan. Leggendaria cantante jazz americana, nacque il 27 marzo di 90 anni fa a Newark, New Jersey. Ebbe diversi soprannomi, (“Sassy”, soprattutto), un’estensione vocale che andava dal soprano a baritono (il suo collega Billy Eckstine disse di lei che «escludendo la musica lirica» Sarah possedeva «il più bel suono che io abbia mai ascoltato da una voce umana»), e una incredibile capacità di improvvisazione. Con Billie Holiday e Ella Fitzgerald fu una delle cantanti più celebri del jazz e del bebop.

McCoy Tyner

Pianista (1938). Proveniente da una famiglia musicale, consolidò la sua preparazione nel college. Nel 1959 entrò a far parte del Jazztet di Art Farmer e Benny Golson, e nel 1960 fu chiamato da John Coltrane nel suo nuovo quartetto, un paio di settimane dopo la sua costituzione. Rimase con Coltrane per cinque anni, divenendo un elemento integrante.
Discografia e Wikipedia

Accadde oggi...

Immagine
25 marzo 1942: nasce Aretha Franklin, considerata la più grande voce della black music. Oggi compie 72 anni: augurissimi!

Scusi dov'è il west? #Eric Burdon

Tre “nostri” musicisti si trasferirono in California a fine anni Sessanta per ri-trovare un’ispirazione che sembrava stesse per scomparire. In pochi anni e con pochi dischi segnarono la storia della musica rock, sprigionando un’energia insperata: Eric Burdon, John Mayall, Van Morrison.
Eric Burdon è stato il cantante degli Animals. Veniva da Newcastle, una zona tipica di cantieri navali e miniere di carbone. Fu un marinaio americano che abitava al piano di sotto a fargli ascoltare Fats Domino, Robert Johnson ma soprattutto Don’t Roll Those Blood Shot Eyes At Me di Wynonie Harris e Sam Jones Done Snagged His Brace di Louis Jordan. Fu allora che decise che avrebbe cantato quel genere di cose. Gli Animals, nati sulle ceneri dell’Alan Price combo (una formazione di jazz ispirata allo stile del pianista Bill Doggett) sembravano un gruppo destinato a diventare una stella del firmamento inglese considerato che erano partiti con ben sei hit da Top 10 nel biennio 1964-1965. Il loro mentore fu …

Nantes - Beirut

Immagine
Ebbene è passato molto tempo, molto tempo
da quando ti ho visto sorridere

e io perderò al gioco la mia paura
e io perderò al gioco il mio tempo

e in un anno, un anno circa
questo scivolerà verso il mare

Ebbene è passato molto tempo, molto tempo
da quando ti ho visto sorridere

nessuno alza la voce
solo un'altra notte a piangere

nessuno alza la voce
solo un'altra notte a piangere

Elliott Smith

Immagine

Jim Capaldi

Batterista dei Traffic, Jim Capaldi (1944 - 2005) debutta durante una beve pausa della band nel 1972 con Oh How We Danced, album di pop dall'appeal radiofonico, confermato in usa dal successo del singolo Eve. Allo sciogliemento dei Traffic, nel 1974, si dà alla carriera solista con i discreti Whale Meat Again e Short Cut Draw Blood.
Discografia e Wikipedia

The Knife - Shaking The Habitual (2013)

Immagine
di Andrea Hawkes
Un capolavoro, ma non uno di quelli facili. Sono passati sette anni da Silent Shout e la fama di The Knife è andata via via aumentando, ma i due fratelli svedesi invece di capitalizzare il successo con un disco almeno in parte accessibile al grande pubblico scelgono la via più impervia, pubblicando quasi cento minuti di pura musica d’arte che offre pochi appigli immediati e ancor meno punti di riferimento. Quasi la versione europea ed elettronica di The Seer degli Swans. Un disco che è diffi cile da comprendere subito anche per gli appassionati di musica elettronica: quasi un terzo dell’album è costituito da drone dissonanti, i suoni sono diffi cilmente identifi cabili, i ritmi sono sempre spiazzanti, non esistono vere melodie e la voce è frammentata in ritagli che spesso s’interrompono nel momento risolutivo con urla ed effetti teatrali, ma una volta superato lo shock e il disagio iniziale Shaking the habitual si rivela in tutta la sua indiscutibile bellezza. I fratel…

Joni Mitchell - Hejira (1976)

Immagine
di Silvano Bottaro
Colonna sonora di un viaggio dal piglio autobiografico che affronta il tema simbolico della strada intesa come la vita, le vicende e il suo distacco progressivo dagli affetti fino alla solitudine finale. Scritto veramente durante un viaggio in auto da New York a Los Angeles, Hejira è un diario intimo di proustiana memoria, un flashback nei ricordi che va alla ricerca del tempo perduto. Joni Mitchell canta ciò che legge nel suo cuore, con la sua voce in primo piano a sottolineare storie di donne che sono lo specchio della sua condizione personale. La realtà universale della strada rappresenta la vulnerabilità dell'uomo, la partenza e l'arrivo e l'incognita dei percorsi. Altero ed umanissimo, Hejira è un lavoro così perfetto liricamente da far sembrare la musica non sufficiente a contenere tutte le emozioni espresse. In Joni Mitchell c'è sempre un qualcosa di più: l'arte della pittura, della letteratura, ma soprattutto il dilemma di sempre ossia del …

David Gilmour

Non vorrei essere un sottofondo, vorrei che la mia musica fosse l'unica cosa importante, almeno nel tempo in cui la si ascolta.

Accadde oggi…

Immagine
12 Marzo 1967: Esce "The Velvet Underground & Nico", il primo album dei Velvet Underground. Oggi è considerato una pietra miliare della storia del rock, tanto che Brian Eno una volta disse: "Soltanto cento persone acquistarono il primo disco dei Velvet Underground, ma ciascuno di quei cento oggi o è un critico musicale o è un musicista rock"

Lennie Tristano

Pianista (1919 - 1979). Cieco dalla prima infanzia, attrasse intorno a sé un piccolo gruppo di devoti discepoli negli anni '40 e '50, con i quali formò quella che viene comunque chiamata "scuola cool". Muovendosi controcorrente, rispetto all'estroversione dominante nel movimento bop, Tristano sperimentò un genere di improvvisazione lineare, fatta di parti melodiche lunghe, ondulate, vagamente bachiane.
Discografia e Wikipedia

Accadde oggi…

Immagine
10 marzo 1973: I Pink Floyd pubblicano negli Stati Uniti 'Dark Side Of The Moon', il loro ottavo album da studio. Rimarrà nella classifica americana per ben 741 settimane (non contigue) dal 1973 al 1988, più di ogni altro album nella storia. E' in assoluto il maggior album di successo dei Pink Floyd e uno dei più venduti nella storia della musica a livello mondiale (circa 45 milioni di copie vendute).

Scusi dov'è il west? #Van Morrison

Tre “nostri” musicisti si trasferirono in California a fine anni Sessanta per ri-trovare un’ispirazione che sembrava stesse per scomparire. In pochi anni e con pochi dischi segnarono la storia della musica rock, sprigionando un’energia insperata: Eric Burdon, John Mayall, Van Morrison.
“Scusi, dov’è il West?” è un film molto divertente del 1979, diretto da Robert Aldrich, in cui si racconta la storia di un rabbino (Gene Wilder che parla uno yiddish completamente inventato) che ha il compito di raggiungere San Francisco per esercitare nella nuova sinagoga in costruzione. Sarà, per inciso, uno dei primi ruoli di Harrison Ford, anche se i produttori avrebbero preferito John Wayne, che rifiutò per un disaccordo sul compenso. Il titolo ben sintetizza come l’America sia sempre stata la terra promessa, a partire da coloro che nel 1600 fuggirono da un Europa in cui si faceva la fame, non c’era circolazione di idee, si moriva facilmente di peste o di lebbra, e la qualità della vita era pessima…

Richard Thompson - Eletric (2013)

Immagine
di Giancarlo Susanna
Frequentando, come ci capita sempre più spesso, i social networks, abbiamo notato di recente la presenza in prima persona di Richard Thompson, fatto piuttosto strano, vista e considerata la quasi leggendaria ritrosia a esporsi del musicista inglese. Non ci stupirebbe, a questo punto, se la sua popolarità, limitata da sempre all’ambito del culto, aumentasse sensibilmente. Ed è inutile dire che ne saremmo più che felici, vista e considerata la qualità pressoché indiscutibile dei suoi dischi e dei suoi concerti. Questa qualità ci è sembrata, in passato, quasi controproducente: siamo così abituati alla nettezza del suo profilo di autore e chitarrista, che a momenti non ci facciamo più caso. La rete ci permette di ascoltarlo e vederlo mentre è in tour negli Stati Uniti e divide il cartellone con Emmylou Harris e Rodney Crowell. In teoria, il pubblico della regina del country rock e del suo cavalier servente dovrebbe reagire con sconcerto al suono micidiale del trio gui…

Shipbuilding - Elvis Costello

Fabbricar navi

Vale la pena?
Un cappotto nuovo per l'inverno, scarpe per la moglie
E una bicicletta al compleanno del figlio
E' solo una chiacchiera sparsa per la città
Da donne e bambini
Presto costruiremo navi
E ti chiedo
Il bimbo dice: "Papà, mi prenderanno nella task-force
Ma sarò di ritorno per Natale"
E' solo una voce che gira per la città
Dicono che qualcuno l'hanno beccato
Per aver detto che qualcuno l'hanno ammazzato
Risultato di questo fabbricar navi
Con tutta la buona volontà del mondo
Tuffarsi per salvare la vita
Quando potremmo tuffarci in cerca di perle
E' solo una chiacchiera sparsa per la città
Un telegramma o una cartolina
Tra un poco riapriranno i cantieri navali
E arruoleranno i parenti
Di nuovo
E' tutto ciò che siamo capaci di fare
Costruiremo navi
Con tutta la buona volontà del mondo
Tuffarsi per salutare la vita
Quando potremmo tuffarci in cerca di perle

Accadde oggi...

Immagine
6 marzo 1946: a Cambridge nasce David Gilmour, chitarrista dei Pink Floyd. Entra per sostituire Syd Barrett e riesce ad impadronirsi del nome della band. Oggi compie 68 anni.

Xtc

Immagine

Accadde oggi...

Immagine
4 Marzo 1966: John Lennon in un'intervista al quotidiano Evening Standard parla dei Beatles e pronuncia la famosa frase: "Siamo più popolari di Gesù Cristo adesso. Non so chi morirà per primo, se il rock'n'roll o il cristianesimo". Per queste dichiarazioni, qualche mese dopo, negli Stati Uniti si sollevarono proteste con tanto di roghi dei dischi della band.

Canned Heat

Le origini della band risalgono all'autunno del 1965 quando ad Alan Wilson (1943 - 1979), detto Blind Owl, "gufo cieco", a causa della sua forte miopia, e Robert Hire (1943 - 1981) detto The Bear, "orso", per la sua mole, si uniscono Henry Vestine (1944 - 1997) che ha già lavorato con Frank Zappa, Larry Taylor (1942) e Frank Cook (1942). Il gruppo assume il nome di Canned Heat, dall'omonima canzone del bluesman Tommy Johnson.
Discografia e Wikipedia

In Too Deep - Genesis

Troppo Dentro
Tutto il tempo sono stato in perlustrazione, con nessun posto in cui correre, ha iniziato a farmi pensare Chiedendomi cosa potevo fare della mia vita, e chi stavo aspettando Domandando tutti tipi di domande, a me stesso, ma senza mai trovare le risposte Piangendo con quanta voce ho in corpo, e nessuno ascoltava Tutto questo tempo, ricordo ancora ogni cosa che hai detto Che così tanto che hai promesso, come ho potuto non scordarmene mai.
Ascolta, sai che ti amo, ma non posso sopportare questo Sai che ti amo, ma sto facendo sul serio Benchè io abbia bisogno di te, non lo farò Lo sai che lo voglio, ma ci sono troppo dentro.
Allora ascolta, ascoltami Ooh devi credermi Riesco a sentire i tuoi occhi attraversarmi Ma non so perchè
Ohoh lo so che stai andando, ma non posso crederci E' il modo in cui stai partendo E' come se non avessi mai conosciuto affatto l?altro, potrebbe essere il mio difetto Ti ho dato troppi motivi, sono solo, quando non volevo esserlo Ho pensato…

Sun Ra

Mi piacciono tutti i suoni che sconvolgono le persone, perché sono troppo soddisfatte di sé, ed esistono suoni che le sconvolgono davvero, e ragazzi, c’è davvero bisogno di sconvolgerle e renderle meno soddisfatte, perché il nostro è un mondo terribile: forse a quel punto si daranno da fare.

Etichette

Mostra di più