Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2016

Black Sabbath - Paranoid (1970)

Immagine
Una chitarra potente e una sirena antiaerea aprono il secondo album dei Black Sabbath da Birmingham, Inghilterra del Nord. Poi entra la voce del cantante, che fa rimare tra di loro «masse» e « messe nere» (in inglese, piú che una rima, è la stessa parola: masses) e in pochi secondi un universo intero trova tutti i suoi punti di riferimento: le chitarre potenti, le voci al limite, le ritmiche tonanti, un immaginario che mette insieme violenza cinematografica e satanismo fumettistico per raccontare l'alienazione dei tempi moderni. In precedenza i Black Sabbath sono stati una band blues che si faceva chiamare Earth. La scoperta dell'esistenza di un altro gruppo dallo stesso nome e una folgorazione per il cinema horror (l'aneddoto dice che la rivelazione sia avvenuta di fronte alla sala in cui si proiettava il film Black Sabbath con Boris Karloff, che è poi I tre volti della paura dell'italianissimo Mario Bava) cambiano la storia di Ozzy Osbourne, cantante, Tony Iommi, ch…

40 copertine di dischi censurate #16

Immagine
Jane's Addiction - Ritual de lo Habitual (1990)
Per questo disco furono realizzate due copertine: la prima con l'immagine di un uomo e due donne nude ed un'altra con un semplice testo su sfondo bianco con il nome del gruppo, quello dell'album e il testo del Primo Emendamento degli Stati Uniti.

Accadde oggi...

Immagine
1942: Nasce Brian Jones, chitarrista dei Rolling Stones sostituito dalla band nel 1969 con Mick Taylor per i suoi problemi di droga. Pochi giorni dopo la sostituzione, il 3 luglio, verrà trovato misteriosamente annegato in piscina.
1966: Chiude il Cavern di Liverpool, locale reso storico dalle prime esibizioni dei Beatles.
2013: Richard Street, per venticinque anni elemento dei Temptations, una delle band di punta della Motown dell'età dell'oro, muore a Las Vegas all'età di settant'anni.

John Mellencamp - full album- the best of - greatest hits

Immagine

Il giorno che Bob Dylan suonò elettrico

Immagine
Il 25 luglio del 1965 Dylan iniziò al Newport Folk Festival la sua rivoluzione elettrica: non tutti la presero bene
Il Newport Folk Festival è un festival di musica folk organizzato ogni anno a Rhode Island, negli Stati Uniti, ed esiste dal 1959. Oggi il festival attira meno pubblico di molti altri eventi musicali, ma negli anni Sessanta è stato il più importante punto di riferimento per la musica folk, che in quel periodo andava molto forte. Cinquant’anni fa su un palco di Newport ci fu uno dei più noti, importanti e discussi eventi nella storia della musica contemporanea. Il 25 luglio del 1965 iniziò la svolta elettrica di Bob Dylan, nome d’arte di Robert Allen Zimmerman. Quel giorno Dylan, allora il più importante esponente della musica folk tradizionale, andò sul palco accompagnato da un complesso che si chiamava Paul Butterfield Blues Band. Invece che presentarsi con la consueta chitarra acustica, Dylan si presentò con chitarre elettriche e amplificatori, sorprendendo tutti i pr…

Accadde oggi...

Immagine
1932: Nasce Johnny Cash, leggendario cantore della tradizione americana. Bob Dylan e U2 lo ospiteranno nei loro dischi. Muore nel 2003.
2013: Dan Toler, chitarrista in forza agli Allman Brothers per la registrazione degli album "Enlightened rogues" (1979), "Reach for the sky" (1980) e "Brothers of the road" (1981), muore a 65 anni dopo una lunga lotta contro sclerosi laterale amiotrofica. Era da tempo impossibilitato a parlare e suonare.
2014: Muore a Cancun (Messico) Paco De Lucia, gran chitarrista spagnolo virtuoso della sei corde flamenca. Aveva 66 anni, gli è stato fatale un attacco cardiaco.

Creedence Clearwater Revival - Cosmo's Factory (1970)

Immagine
I Creedence, o CCR, sono rock'n'roll allo stato puro. Due chitarre, un basso, una batteria. Un leader e tre comprimari, una fiammata di pochi anni e il resto della vita a tentare inutilmente di rivivere l'epoca d'oro. Nell'estate del '70, quando esce Cosmo 's Factory, hanno pubblicato quattro album in due anni. Ne pubblicheranno ancora uno prima che si concluda il 1970, poi se ne andrà Tom Fogerty e tutto sarà finito. A dimostrare che la band funziona finché segue senza discutere ogni idea di John Fogerty, il fratello minore di Tom, e che sarebbe bastata una piccola crepa per far crollare tutto. Per Cosmo's Factory John impone prove quotidiane e lunghe sessioni nel magazzino di Berkeley, California: il batterista Doug Clifford, che tutti chiamano Cosmo, si lamenta spesso dicendo di sentirsi come in fabbrica («factory»). Da qui il titolo dell'album che, d'altra parte, rimane nella storia come il disco dei CCR per eccellenza. «E non è un greatest…

I luoghi di famose copertine dei dischi #6/12

Immagine
Eminem, "The Marshall Mathers"
È la casa in cui è vissuto Eminem da piccolo. Su Streetview è ancora visibile, ma è bruciata in un incendio alla fine del 2013.

Accadde oggi...

Immagine
1950: Nasce George Thorogood, campione del blues rock. Sua "Bad to the bone".
1962: Nasce Michelle Shocked, per un breve periodo indicata dai critici come erede (femmina) di Bob Dylan.
1976: "The Eagles. Their greatest hits" è il primo disco di platino della storia. Il riconoscimento verrà d'ora in poi attribuito agli album che hanno venduto più di un milione di copie negli USA. Il disco degli Eagles venderà qualcosa come 14 milioni di copie.

James Yorkston, Jon Thorne, Suhail Yusuf Khan - Everything Sacred (2016)

Immagine
di Ignazio Gulotta
Il cantante e songwriter scozzese James Yorkston si conferma artista complesso e voglioso di rischiare e avventurarsi su più terreni musicali. Ecco allora questo nuovo lavoro, "Everything Sacred", che lo vede insieme all'indiano Suhail Yusuf Khan, virtuoso del sarangi, e Jon Thorne, musicista inglese di estrazione jazz suonatore di double bass, ma ai tre titolari del disco c'è da aggiungere la cantante irlandese Lisa O'Neill, la cui voce accompagna i brani più propriamente folk. Un piccolo ensemble multiculturale nel quale si incrociano tradizioni musicali diverse: il raga della musica classica indiana di Khan, il jazz di Thorne e il songwriting folk di Yorkston e della O'Neill. Se non vi è unità stilistica fra le tracce del disco, il trait d'union è rappresentato dal sacro cui fa riferimento il titolo, inteso come tensione verso la spiritualità cui la musica deve tendere invitandoci alla meditazione e al raccoglimento. James Yorkston e…

Family

Roger Chapman (1944) cantante inglese già con gli Exciters e con Danny Storm & The Strollers, forma i Farinas nel 1962 al Leicester Art College. I Farinas registrano un singolo su Fontana nel 1964, prima di cambiare nome in Roaring Sixties e pubblicano nel 1966 per la marmalade. Dai Roaring Sixties nascono i Family, affermandosi nei circuiti underground grazie alla ruvida strapotente voce di Chapman.
Discografia e Wikipedia

Accadde oggi...

Immagine
1944: Nasce Johnny Winter, albino chitarrista blues rock. Muore il 16 luglio 2014.
1950: Nasce Danny Federici, tastierista della E Street Band di Bruce Springsteen. Muore il 17 aprile 2008.
1958: Nasce David Sylvian, leader dei Japan e poi raffinato artista solista.
1985: Gli Smiths di Morrissey raggiungono con "Meat is murder" la vetta dei dischi più venduti in Inghilterra, scalzando niente meno che l'album di Bruce Springsteen "Born in the USA".
2000: Muore di Aids Ofra Haza, star israeliana del pop. Aveva 42 anni.
2015: Muore a 69 anni Cesare Monti, fotografo e grafico. Autore delle copertine dei primi dischi di Lucio Battisti e di decine di altre copertine storiche di dischi a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta: "Storia di un minuto" della Premiata Forneria Marconi, "Io sono nato libero", "Darwin!", "Come in un'ultima cena" del Banco del Mutuo Soccorso, "Rimini" di Fabrizio De André.

Animal Collective - Painting With (2016)

Immagine
di Lorenzo Bruno
And maybe I actually visited / some sort of mythical place / Or was it a future / connected by sutures / Oh let’s go get lost in the image / I made of the / everywhere place / I see the lads from Osaka / dyed in FloriDada (da "FloriDada")
Li avevamo lasciati in mezzo al sudore lisergico e alle torride allucinazioni di “Centipede Hz”, album che con i suoi pregi e difetti segnò un deciso spartiacque per la loro ormai sempre più longeva parabola artistica. Tre anni e mezzo dopo gli Animal Collective tornano con “Painting With”, l'undicesimo album (l’ennesimo con la formazione a tre senza Deakin) per una band decisamente oltre l'ordinario.
Gli Animal Collective li conosciamo tutti da ormai più di una decade, e fin qui non ci piove. Il singolo “FloriDada” aveva riempito di speranze e bellezza i nostri primi giorni del 2016 e ci aveva riconsegnato una band in grande spolvero, facendo presagire una certa continuità con la svolta elettronica del recente pas…

40 copertine di dischi censurate #15

Immagine
Red Hot Chili Peppers' - Mother's Milk (1989)
La copertina mostra una donna completamente nuda (la modella Alaine Dawn) che tiene tra le braccia i 4 componenti del gruppo. Molti negozi si rifiutarono di esporre il disco.

Accadde oggi...

Immagine
1968: I Genesis pubblicano per la Decca il loro primo singolo, "The silent sun"/"That's me".
1979: Cat Stevens abbandona il palcoscenico e la carriera musicale per dedicarsi alla causa islamica. D'ora in poi si farà chiamare Yusef Islam.
2001: Muore a 61 anni John Fahey, grande chitarrista.
2013: Magic Slim, chitarrista che dagli anni Sessanta in poi contribuì a definire il sound di quello che passò alla storia come il Chicago electric blues, è morto in un ospedale di Philadelphia all'età di 75 anni.

Accadde oggi...

Immagine
1949: Nasce Jerry Harrison, bassista dei Talking Heads.
1960: Nasce Steve Wynn, cantante e chitarrista dei Dream Syndicate. Poi solista.
2014: A causa di un incidente stradale muore Francesco Di Giacomo, l'inconfondibile voce del Banco del Mutuo Soccorso. Aveva 66 anni.

Traffic - John Barleycorn Must Die (1970)

Immagine
Steve Winwood ha 22 anni, ma già tre gruppi alle spalle. Al primo, lo Spencer Davis Group, a cui contribuisce quindicenne regala l'unico momento memorabile (Gimme Some Lovin', 1967) di un'esistenza breve e intensa; il secondo, Blind Faith, pubblica un album bello e importante (Blind Faith, 1969) prima che il chitarrista solista, e cioè Eric Clapton, scelga di impiegare altrove la sua venerata «manolenta». Il terzo si chiama Traffic: quando si chiudono gli anni Sessanta, è proprio Winwood che ne decreta la fine. Come tutti, in Gran Bretagna, anche lui sa che è giunto il momento del suo primo, attesissimo, album solista, per dimostrare che il ragazzo prodigio è diventato grande. Lui, infatti, pensa a un album da solista assoluto, in ogni senso. Nel febbraio del 1970 entra in studio con il produttore Guy Stevens per registrare un disco in cui lui è autore dei brani, suona tutti gli strumenti, canta (poco, è un rock molto disteso, il suo, quasi jazzato nello sviluppo degli as…

The Lamb Lies Down on Broadway - Genesis

Immagine

Accadde oggi...

Immagine
1945: Nasce Aldo Tagliapietra, voce e chitarra de Le Orme.
1963: Nasce Ian Brown, leader degli Stone Roses, alfieri del pop-rock britannico a cavallo tra la fine degli anni '80 e l'inizio dei '90.
1967: Nasce Kurt Cobain, leader dei Nirvana. All'apice del successo si suiciderà - diventando, di conseguenza, un mito - il 6 aprile 1994.


Chris Bathgate - Old Factory EP (2016)

Immagine
di Gabriele Benzing
Il tempo dell’esilio è una parentesi? O è il momento in cui siamo davvero noi stessi? Dopo cinque anni di silenzio, Chris Bathgate sembra voler lasciare sospesa la domanda. Nascondersi e ritrovarsi, forse, non sono altro che facce della stessa medaglia. “Ho cercato di fare del mio meglio per rallentare, il che sembra quasi impossibile: il mondo è costruito per impedirlo”. Si racconta con un’ombra di pudore, il songwriter americano: ha camminato a lungo tra le montagne, in mezzo ai boschi, lungo i pendii avvolti di foschia che compaiono sulla copertina dell’Ep che segna il suo ritorno, “Old Factory”. Si è perso nella natura contemplando l’orizzonte del New England dalla cima del monte Katahdin, ha insegnato letteratura nei corsi organizzati dall’università del Michigan. E la musica?
La musica, nonostante tutto, non l’ha tradito. Al momento di mettersi in viaggio, si era lasciato alle spalle un pugno di canzoni registrate a Detroit al fianco di Chris Koltay. Ora, Bat…

Accadde oggi...

Immagine
1940: Nasce Smokey Robinson, esponente di spicco del soul e del r'n'b. La leggendaria Motown è la sua etichetta discografica.
1948: Nasce Toni Iommi primo chitarrista dei Black Sabbath.
1980: Muore a Londra Ronald Belford "Bon" Scott, cantante degli AC/DC fino a "Highway to hell": la morte del cantante è causata da asfissia (Scott resta soffocato dal suo vomito dopo una notte - e una vita - brava). Scozzese di nascita e australiano di adozione, era nato il 9 luglio 1946.

L’afrobeat di Fela Kuti è ancora un’arma contro il potere

Immagine
di Alberto Piccinini
A differenza di Bob Marley o James Brown, Fela Anikulapo Kuti non ha lasciato canzoni che possano tramandare una memoria distratta o banalmente popolare della sua opera. Non c’è un no woman no cry e neppure un sex machine dentro i molti dischi usciti a suo nome tra gli anni sessanta e ottanta, i quali invece sono costruiti tutti allo stesso modo: un solo pezzo per ogni facciata lungo tra i venti e i trenta minuti.
Cioè un tempo eccessivo per l’epoca – e in generale per la musica pop internazionale – che prediligeva i 3-4 minuti della facciata di un 45 giri (lo stesso James Brown aggirò il problema dividendo in due parti uguali – pt.1, pt. 2 – alcuni dei suoi pezzi più lunghi e più celebri).
Ci fu chi – da ultimo l’etichetta discografica Motown – provò con intenzione sincera a chiedere a Fela Kuti di suonare qualcosa di più radiofonico e meno “rituale”. Quella volta il musicista nigeriano consultò capi spirituali e spiriti arcani, ci pensò sopra insomma, ma non se …

I luoghi di famose copertine dei dischi #5/12

Immagine
Elliott Smith, "Figure 8"
La foto presente sulla copertina del quinto disco di Elliott Smith mostra un murales vicino a un negozio di riparazione di oggetti elettronici di nome "Solution", sul Sunset Boulevard di Los Angeles. Oggi è diventato una specie di memoriale per Smith.

Accadde oggi...

Immagine
1940: Nasce a Genova Fabrizio De André. 'Faber' diventerà uno dei maggiori cantautori italiani di ogni epoca, per molti il migliore... muore nel 1999.
1980: Nasce Regina Spektor, cantautrice di natali russi naturalizzata statunitense dallo stile molto personale.
2013: muore all' età di 68 anni Kevin Ayers, uno dei fondatori dei Soft Machine.

Baaba Maal - The Traveller (2016)

Immagine
di Michele Corrado
Genere: mbalax, world music, pop-rock.
Protagonisti: Baaba Maal (composizione, arrangiamenti, voce e chitarra) accompagnato da un ensemble all star di musicisti africani, ma hanno fatto capolino in studio il poeta inglese Lemm Sissay a prestare qualche verso e niente po' po' di meno che i fratelli Mumford.
Segni particolari: i Mumford And Sons sono soltanto però le ultime star del panorama musicale rock, indipendente e non, ad aver collaborato con Baaba Maal. Questo straordinario interprete della musica tradizionale senegalese vanta infatti al palmares incontri musicali con signori come Brian Eno, Tony Allen e Peter Gabriel, oltre ad aver fondato con Damon Albarn l’interessante progetto Africa Express. Queste collaborazioni sono probabilmente il trait d’union, il motivo dell’interesse da parte di una rivista come la nostra e di tante altre per Maal, ma è la sua proposta musicale, rilevante anche socialmente come del resto lo sono quelle di colleghi come You…

Accadde oggi...

Immagine
1957: Nasce Loreena McKennitt, canadese musa della musica celtica.
1972: In una serie di quattro concerti londinesi, i Pink Floyd suonano le musiche di "The dark side of the moon" con un anno di anticipo sull'uscita dell'album.
1972: Nasce Billie Joe Armstrong, chitarrista, cantante, frontman dei Green Day.
1979: I Clash sbarcano negli USA con il loro primo tour a stelle e strisce, intitolato "Pearl Harbor 79".
1982: Muore a 64 anni Thelonious Monk, pianista e compositore jazz di categoria superiore.

Crosby, Stills, Nash & Young - Déjà Vu (1970)

Immagine
David Crosby è stato uno dei Byrds. Se ne è andato nel 1967 - con una cospicua buonuscita - dopo che gli altri hanno rifiutato di suonare Triad, una sua canzone sul tema del menage à trois, e dopo che lui, per ripicca, al festival di Monterey si è presentato sul palco con i rivali dei Buffalo Springfield. Stephen Stills è senza gruppo dal 1968, quando i Buffalo Springfield si sono sciolti. Graham Nash, che è inglese, sta con gli Hollies, ma quando capita a Laurel Canyon e conosce Crosby non ci pensa due volte a cambiare gruppo e Paese. I tre, insieme, pubblicano nel 1969 un album che ha per titolo i loro tre nomi (basta con i gruppi, la società deve essere piú flessibile e deve poter cambiare ragione sociale se cambiano i soci) e che finisce in classifica con due pezzi: Suite: Judy Blue Eyes di Stills e Marrakesh Express di Nash. Quando arriva Neil Young, anch'egli ex Buffalo Springfield, si aggiunge all'insegna della ditta un quarto nome, come lui pretende. Stills racconterà…

Marianne Faithfull

Figlia di una baronessa austriaca, studentessa nel rigido collegio femminile di Reading, Marianne Faithfull (1946) vede cambiare improvvisamente la propria esistenza quando nel 1964 partecipa a una festa londinese in compagnia di John Dunbar. Tra gli invitati i Rolling Stones e il loro produttore Andrew Loog Oldham, che trova il viso della Faithfull perfetto per lanciare l'ultima composizione di Jagger e Richard.
Discografia e Wikipedia

Chet Baker

Immagine
Ed Van der Elsken, Chet Baker, Amsterdam, 1955

Accadde oggi...

Immagine
1946: Nasce John Trudell, cantautore di origine nativa americana. E' in prima linea nelle attività per sostenere i diritti dei cosidetti "indiani". Muore a 69 anni l'8 dicembre 2015.
1980: Nasce Conor Oberst, cantautore tra i più apprezzati della scena indie degli anni '10.
1984: Nasce Gary Clark Jr., uno dei chitarristi più ispirati del circo musicale.

40 copertine di dischi censurate #14

Immagine
Jane's Addiction - Nothing's Shocking (1988)
La copertina è la foto di una scultura realizzata dal cantante Perry Farrell: rappresenta due gemelle siamesi nude con le teste in fiamme su una sedia a dondolo. Molti negozi si rifiutarono di esporre il disco, e ci furono molte proteste delle associazioni cattoliche statunitensi.

Accadde oggi...

Immagine
1947: Nasce Tim Buckley, cantautore "cult" e padre di Jeff, come lui scomparso in giovane età. Lascia infatti il pianeta Terra il 29 giugno 1975.
1970: Gli Who immortalano il loro concerto all'università di Leeds in un album che diventerà un classico: "Live at Leeds".
1972: Ai Led Zeppelin è impedito di esibirsi in concerto a Singapore. Il motivo? I capelli troppo lunghi e il look troppo alternativo.
1980: Lou Reed sposa Sylvia Morales. Sarà proprio l'esperienza del matrimonio a ispirare molto del materiale confluito poi nell'album "The blue mask" del 1982.

Accadde oggi...

Immagine
1950: Nasce Peter Gabriel. Dopo essere stato il frontman della prima fase dei Genesis, li abbandona per diventare uno dei musicisti più carismatici del mondo - sia per quanto riguarda il pop, che la world music.
1957: Nasce Peter Hook, bassista dei Joy Division e poi dei New Order.
1961: Nasce Henry Rollins, figura centrale della scena hardcore statunitense con i suoi Black Flag.
1970: I Black Sabbath pubblicano il loro primo eponimo album in Inghilterra per l'etichetta Vertigo.


Van Morrison - Moondance (1970)

Immagine
Quando scrive e registra (e in studio riscrive quasi da zero, secondo un metodo che gli sarà caratteristico) il terzo album, Moondance, Van Morrison ha solo 25 anni. E pur vero che almeno uno degli album precedenti (Astral Weeks) è un capolavoro assoluto, ma il dato rimane sensazionale. Sí, perché Moondance è un album che ha il sapore della maturità, «sofisticato» (è l'aggettivo che lui stesso usa per definire il brano che dà il titolo all'album, aggiungendo che «potrebbe cantarlo Frank Sinatra») e praticamente perfetto, se la perfezione può avere la voce calda e pastosa di un irlandese che suona e canta il rhythm and blues. Da qualche tempo lui si è trasferito a Woodstock, New York, dove pochi mesi prima c'è stato il celeberrimo festival e soprattutto dove lavora la Band, il gruppo che ha costretto il mondo del rock'n'roll a portare alla luce le radici della musica americana contemporanea. E lui stesso a sottolineare il legame quando racconta di aver scritto Bran…

Johnny Winter - Guitar Slinger full album

Immagine

Accadde oggi...

Immagine
1939: Nasce Ray Manzarek, tastierista dei Doors. Muore a 74 anni il 20 maggio 2013.
1950: Nasce Steve Hackett, chitarrista dei Genesis durante gli anni migliori della band, e poi solista apprezzato soprattutto dallo "zoccolo duro" dei fans.
1950: Nasce a Cuggiono (MI) Angelo Branduardi, il menestrello della canzone italiana. A fine anni '70 conosce il maggiore successo con "Alla fiera dell'est".
1955: Nasce Bill Laswell, bassista e produttore di gran talento.
1981: Nasce Lisa Hannigan, brava cantante indie-folk irlandese.
2014: Si spegne all'età di 59 anni dopo una lunga malattia Roberto "Freak" Antoni storica voce degli Skiantos, una delle più importanti punk rock band nostrane note ai più per aver dato vita al genere "demenziale".
2015: Muore il chitarrista Sam Andrews. Fondatore della Big Brother & the Holding Company, la band con la quale Janis Joplin consegnò agli annali il leggendario "Cheap thrills".

The Smiths – The Smiths (1984)

Immagine
di Marco Tucciarone
C’era una volta un ragazzo. Viveva a Manchester. Ma era figlio di irlandesi. Sua madre faceva la libraia, suo padre il portiere all’ospedale municipale. Non amava la scuola. Ma ciò non gl’impedì di amare Oscar Wilde, fino a diventarne un raffinato esegeta. Inoltre amava la musica. In particolare Sandie Shaw, i New York Dolls, e Dusty Springfield. Non aveva molti amici. La sua adolescenza fu un po’ noiosa. La passò principalmente a leggere, a scrivere, e a sognare. Tanto da restarne miope. Andava matto per James Dean. Per l’icona, più che per l’attore. Un giorno decise che avrebbe fatto il giornalista musicale. Voleva addirittura collaborare col New Musical Express. Ma la cosa non andò in porto. Tuttavia ci finì, qualche tempo dopo, sul New Musical Express, ma in copertina. Quando il ragazzo, Stephen Patrick Morrissey, era ormai per tutti semplicemente Morrissey. La penna, la voce dei The Smiths.
Il primo capolavoro di questa band, a cui ne seguirono altri, nell’arc…

Mother - Pink Floyd

Mamma, pensi che sganceranno la bomba?
Mamma, pensi che gli piacerà la canzone?
Mamma, pensi che proveranno a rompermi le palle?
Mamma dovrei costruire il muro?
Mamma dovrei candidarmi come presidente?
Mamma dovrei fidarmi del governo?
Mamma mi manderanno in prima linea?
Mamma è solo una perdita di tempo?

Silenzio, ora piccolino, non piangere.
Mamma farà avverare ogni tuo incubo.
Mamma ti inculcherà ogni suo timore.
Mamma ti terrà al sicuro sotto la sua ala
Certo non ti farà volare, ma forse ti farà cantare,
Mamma terrà il suo bambino al caldo e coccolato .
Ooooh piccolino ooooh bimbo mio oooooh,
Non ti preoccupare ti aiuterà mamma a costruire il muro.

Mamma, pensi che lei vada abbastanza bene -- per me?
Mamma, pensi che sia pericolosa -- per me?
Mamma, porterà via con sé il tuo bambino?
Mamma, dici che mi spezzerà il cuore?

Silenzio, ora piccolino, non piangere.
Mamma controllerà tutte le tue amichette per te.
Mamma non permetterà che si avvicini nessun malintenzionato.
Mamma ti aspe…

The Besnard Lakes - A Coliseum Complex Museum (2016)

Immagine
di Fabio Guastalla
Un caseggiato solitario illuminato da un cono di luce come in un quadro di Edward Hopper; un cavallo nero avvolto dalle fiamme; le rive di un lago divorate da alti roghi; una visione diafana scuote in modo irreale il panorama circostante; una luna bidimensionale crea un ampio gorgo nelle placide acque di un lago. Messe in fila, le copertine degli album dei Besnard Lakes compongono una piccola galleria dell'inquietudine, del paranormale e di qualsiasi invisibile “oltre” in grado di scavalcare la sfera della percezione. Un culto di tutto quanto è inspiegabile che, fin dalla prima ora, si riverbera in liriche pregne di simbolismo e di spiritualità, e che si applica a livello sonoro in traiettorie sospese, spesso epiche e orchestrate, talvolta spettrali, ma non necessariamente oscure come ci si potrebbe aspettare.
Anzi, con il nuovo “A Coliseum Complex Museum” si assiste al deciso tentativo di solcare una rinnovata serenità. Certo, ritroviamo ancora la sfera del so…

Alcuni buoni motivi per amare Robert Wyatt

Immagine
di Alberto Piccinini
Robert Wyatt ha compiuto settant’anni a gennaio duemilaquindici. Il mese scorso ha annunciato in un’intervista di avere smesso con la musica. “Ho pensato che i macchinisti di treno vanno in pensione a 65 anni. Lo farò anch’io. Cinquant’anni passati al posto di guida non sono una cosa da poco e in questo momento a essere onesto sono più interessato alla politica che alla musica”. Lo ha detto con la consueta ironia, macchinista della sedia a rotelle dove sta seduto da quando aveva 28 anni. “Se Dio avesse creato le sedie a rotelle”, recita un’altra sua battuta “le avrebbe presentate come una naturale alternativa alle gambe, nel caso qualcuno avesse voluto scegliere”.
A 28 anni Wyatt cadde completamente ubriaco dalla finestra di un primo piano, durante un party londinese (“ho rovinato la festa a tutti”). L’incidente passò agli atti della storia minore del rock. Nella storia maggiore si moriva e ciao, come Jimi Hendrix.
Si sorvola spesso sulle circostanze: depresso, se…

Etichette

Mostra di più