Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2012

Modern Jazz Quartet

John Lewis pianista e direttore del complesso (La Grange, Illinois, 1920), costituì il Modern Jazz Quartet quasi per caso. Aveva studiato musica e antropologia all'Università del New Mexico, ed era stato uno dei migliori pianisti bop degli ultimi anni '40, aveva accompagnato Parker in numerose sedute Savoy e Verve, aveva suonato e arrangiato per l'orchestra di Dizzy Gillespie, e per una seduta di Sonny Stitt e per J.J. Johnson aveva scritto lo stupendo afternoon in Paris.
Discografia e Wikipedia

Subterranean Homesick Alien - Radiohead

Alieno Sotterraneo Con Nostalgia Di Casa

Il respiro della mattina continuo a dimenticarmi l'odore della calda aria d'estate vivo in una città dove non sento gli odori ma devo stare attento alle fessure nei marciapiedi sopra di me girano gli alieni e fanno i loro video, da far vedere agli amici, di tutte queste strane creature che imprigionano il loro spirito scavano buchi dentro se stessi e vivono dei loro segreti sono tutti così tesi vorrei che scendessero in un viottolo di campagna a notte fonda mentre sto guidando mi portassero sulla loro nave meravigliosa e mi facessero vedere il mondo come mi piacerebbe vederlo ne parlerei ai miei amici ma non ci crederebbero mai penserebbero che ho finalmente dato di testa mostrerei loro le stelle e il senso della vita mi farebbero internare ma starei bene sono solo tanto teso.

R.E.M.

Immagine
Dopo otto anni di onorata e fortunata carriera a cavallo tra i suoni di certo folk-rock psichedelico e una vena ‘indie’ mutuata da trascorsi live sui palchi del circuito punk, firmarono nel 1988 un contratto miliardario per la realizzazione di ‘Green’, che li portò in breve ad essere la più celebrata band del rock americano, l’unico in grado di rivaleggiare con gli U2 in termini di successo popolare e di carisma, di compiutezza artistica e innovazione, di rapporto con il pubblico e indipendenza creativa. La loro storia inizia nel 1980 ad Athens, Georgia, quando a Peter Buck e Michael Stipe si uniscono Bill Berry e Mike Mills per dar vita a una band che predicava il verbo sonoro della nuova onda in maniera originale, mescolando febbre psichedelica e punk, ma anche qualche ricordo dei Birds e dei Doors. L’esordio discografico è del 1982 con ’Chronic Town’, ma è con ’Murmur’, l’anno seguente, che il mondo si accorge di loro.
Sono una band singolare, nel senso che il loro rapporto con la n…

Gary Peacock

Immagine

James Brown

Una delle figure più carismatiche e controverse della cultura nera, James Brown (1933-2006) da giovane alterna il gospel col pugilato. Nel 1949 finisce in riformatorio per rapina. Esce nel 1953 e viene ospitato dalla famiglia di Bobby Byrd, cantante nei Gospel Starlighters, che avrà un ruolo importante nel futuro di Brown. James si unisce a loro trasformandoli in un gruppo r'n'b, e nel 1956, divenuti Famous Flames, registrano Please, Please, Please, uno dei due unici hit fino ai '60.
Discografia e Wikipedia

Charles Mingus: scene di un periodo di vita

Immagine
Nel novembre del 1966, il bassista jazz e compositore Charles Mingus fu sfrattato dal suo appartamento a New York City. Il documentario di Thomas Reichman, coglie questo triste momento. Il filmato è intervallato da scene nell'appartamento dove si vede tra l'altro il musicista con la figlia Carolyn di cinque anni e scene dove e il suo sestetto si esibisce in un piccolo club a Peabody, Massachusetts chiamato Lennie's on the Turnpike. Un film-documentario registra un periodo particolarmente doloroso di Mingus, dove vicissitudini e musica sono strettamente legati da quel filo comune chiamato vita.

Street Fighting Man - Rolling Stones

Combattente di strada
Sento ovunque il rumore di piedi che marciano, che caricano, oh ragazzo Perché l'estate è vicina ed è proprio il momento di combattere in strada, oh ragazzo Ma che cosa può fare un povero ragazzo Se non cantare in una rock'n'roll band Perché nella sonnolente Londra Non c'è assolutamente posto per un combattente di strada No
Ehi! Penso sia arrivato il momento per una rivoluzione di piazza Ma dove vivo la posta in gioco è una soluzione di compromesso Be', che cosa può fare un povero ragazzo Se non cantare in una rock'n'roll band Perché nella sonnolente Londra Non c'è assolutamente posto per un combattente di strada No
Ehi! Hanno detto che il mio nome vuol dire disordine Urlerò e griderò, uccidete il re, me la prenderò con tutti i suoi servi Be', che cosa può fare un povero ragazzo Se non cantare in una rock'n'roll band Perché nella sonnolente Londra Non c'è assolutamente posto per un combattente di strada No

The Cure – Disintegration (1989)

Immagine
di Silvano Bottaro
Non riesco ad immaginare quanto sarebbe vuota la mia vita senza i miei dischi, soprattutto certi dischi, a cui sono particolarmente affezionato. Raramente ho avuto dei “colpi di fulmine” ed ho imparato a conoscere le opere molto lentamente, anche dopo mesi di ascolti. Con Disentegration è stato diverso, mi è piaciuto sin dal primo ascolto.
A mio parere è di molti, questo è il miglior album dei Cure, per alcuni, di ogni tempo. Con ogni probabilità lo si può inserire nella miglior trilogia insieme a Pornography (1982) e Bloodflowers (2000). Ancora una volta Robert Smith e la sua band riescono a sorprendere. Disintegration è un’opera decadente, un manifesto dark, un disco che se lo avesse inciso Baudelaire lo avrebbe chiamato “I fiori del male”.
I dodici brani di Disintegration producono 71 minuti di suoni ammalianti, carichi di forti sentimenti, con un sound inquietante, triste, a volte spettrale. Sembra proprio che questo sia l’ultimo disco di Smith, come sempre viene…

Pat Metheny Group - Offramp - "Eighteen" (1982)

Immagine

Jimmy Page

Credo che ogni chitarrista ha in sé qualcosa di unico nel proprio modo di suonare. Ognuno deve identificare ciò che lo rende diverso, unico, e svilupparlo.

Charles Mingus

Contrabbassista, pianista (1922-1979). Cresciuto a Los Angels, iniziò la carriera musicale nelle orchestre di Louis Armstrong, Kid Ory, Lionmel Hampton. Già nel 1953, tuttavia si schierò decisamente tra i modernisti: apparve anche nello stotico concerto alla massey Hall con Parker, Gillespie, Powell e Roach (The Gratest Jazz Concert Ever). In effetti, la musica di Mingus ha sempre trasceso le categorie, e il suo lavoro di compositore e direttore ne fa una delle figure dominanti di tutto il jazz.
Discografia a Wikipedia

Etichette

Mostra di più