14 maggio 2017

Ella Fitzgerald, Guida per principianti

Oltre 100 milioni di dischi venduti.
59 anni di carriera.
250 album.
13 Grammy Awards.
Oltre cinque minuti consecutivi di scat.
Sono questi i numeri stupefacenti di un’artista straordinaria che ha scritto delle pagine indimenticabili della storia della musica jazz e non solo.
Ella Fitzgerald è una delle cantanti più conosciute al mondo che seppe sfruttare al massimo le capacità delle sue corde vocali utilizzandole come se stesse pizzicando le corde di uno strumento.
E’ nota per le sue abilità di scat (improvvisazione di fraseggi musicali pronunciando parole senza significato reale): poteva andare avanti per vari minuti, anche oltre 5, senza essere mai banale e coinvolgendo con suoni sorprendenti. La tecnica venne utilizzata da grandi come Louis Armostrong e Dizzie Gillespie.

Nacque nel 1917 in Virginia e trascorse tutta l’infanzia in orfanotrofio. Il debutto avvenne a 17 anni. Sfumato il sogno da ballerina, il canto arrivò per caso dopo una deludente performance di danza all’ Harlem Apollo Theatre: bloccata nei movimenti, prese il microfono e cominciò a cantare. Subito ci si accorse delle sue doti speciali tanto che vinse il premio della competizione. Da lì, cominciò la sua carriera prima con l’orchestra di Chick Webb e poi dagli anni ’40, come solista.
La sua voce molto duttile capace di raggiungere acuti da soprano e bassi da contralto la rese nota nel mondo del jazz. Si dedicò a vari generi musicali come lo swing, il calypso, il blues, il dixieland.
Collaborò con numerosi artisti come Chick Weeb, Duke Ellington, Louis Armstrong.

Si sposò 4 volte ed ebbe un solo figlio dal bassista Ray Brown, ma come molte donne, soffrì in amore. Una stazza di oltre 100 kg, forse Ella sentiva il peso di non essere così attraente tranne che per la voce divina.

Ascolto

Tra i suoi brani più famosi la cover di “Dream a little dream of me”, canzone scritta nel 1931 da
Fabian Andre, Wilbur Schwandt e Gus Kahn e poi ricantata anche con Louis Armstrong, suo compagno di scat:

Una chicca amabile è “A tisket, a tasket”, un brano inciso agli esordi nel 1937 con Chick Webb che la rese famosa in tutto il mondo:

Mr Paganini è uno dei singoli che ha venduto di più, 11 milioni di dischi rendendola celebra non solo in America

Ella Fitzgerald è nata musicalmente con i bebop ed ha vissuto tutte le trasformazioni del jazz come il cool jazz e il free jazz in tutte le sue declinazioni più classiche e sperimentali.
Tra gli album che ti consigliamo di ascoltare c’è Ella and Louis del 1956 (con Louis Armstrong) e Ella Fitzgerald Sings the Gershwin song book del 1959.

Problemi di salute e la morte

Ella Fitzgerald dovette combattere con il diabete che la rese cieca e anche disabile: fu costretta ad amputare entrambe le gambe sino a quando, nel 1996, non morì all’età di 79 anni.
La ragazza della porta accanto, come molti artisti, ha sofferto l’allontanamento dal palco, la solitudine della casa e l’assenza di quel frastuono di applausi che ti carica e aumenta l’adrenalina. Perché la vera vita è sul palco, il resto è tutta un’attesa piacevole in grado di rendere più magica quell’esistenza.

0 commenti: