Victor Jara's Hands - Calexico (2008)

Il sogno post-Giant sand di Joey Burn e John Convertino è una cavalcata superba nelle praterie bordline, dove gli zoccoli del rock alternativo sollevano la polvere dorata del Messico e del South Western, mangiando spaghetti alla Morricone e bevendo il vino della Francia ribelle di Serge Gainsbourg. Insomma, Messico e nuvole per gli uomini della frontiera. In questa canzone si evocano le mani di Victor Jara, esponente della Nuova Canciòn Chilena, militante del Partido Comunista de Chile (lo stesso di Pablo Neruda) e sostenitore di Salvador Allende, ucciso dagli uomini del generale Pinochet dopo terribili torture.

(M. Cotto - da Rock Therapy)

 

Commenti

Etichette

Mostra di più