There is Light That Never Goes Out - The Smiths (1986)

Gruppo di culto della seconda metà degli anni ottanta, gli Smiths crearono uno stile, un sentiero che negava la strada maestra, fin dalla scelta della sigla (il cognome più comune tra gli inglesi, come se una nostra band decidesse di chiamarsi "I Rossi"). Copertine pallide e virate seppia, che spesso riprendevano fotogrammi di vecchi e dimenticati film; sonorità oniriche e vellutate, piacevolmente narcotizzanti, quasi oppiacee; citazioni letterarie a pioggia battente e fiori gettati al pubblico durante i concerti.
There is Light That Never Goes Out è forse la più romantica e disarmante canzone degli Smiths. Rubacchia una sequenza armonica dalla versione dei Rolling Stones di un brano di Marvin Gaye, Hitch Hike, ma è un furto dichiarato.

(M. Cotto - da Rock Therapy)

 

Commenti

Etichette

Mostra di più

Post popolari in questo blog

Ani Difranco – Simultaneously (2021)

Quicksilver Messenger Service - Happy Trails (1969)

Prince