12 giugno 2014

Freddie King (I tre King #3)

I King non sarebbero al completo senza Freddie King, chitarrista il cui stile ha influenzato tantissimo Eric Clapton (che, quando militava nei Bluesbreakers di John Mayall, lo cita, nota per nota, nella famosa Hideway) e anche l’albino Johnny Winter.
Poco da fare, anche lui su palco era una bestia. Soprannome “the Texas Cannonball”, aiutato anche dalla sua altezza: 2 metri con un torace di 150 cm per 110 chili! La chitarra quasi spariva nelle sue mani. Aveva un senso innato del pubblico, era una forza della natura anche se spesso penalizzato da degli accompagnatori non alla sua altezza. Texano di origine, fu influenzato dal grande T-Bone Walker e ovviamente da B.B. King, anche se la sua lunga permanenza nelle bettole di Chicago gli conferirà una mano rude completamente assente in B.B. King.
Dischi consigliati qualche best dei primi anni sessanta. In America uscì a suo tempo un ottimo best per la Shelter. (Max Stèfani)

0 commenti: