17 luglio 2015

Aretha Franklin - I Never Loved A Man The Way I Love You (1967)

Sono tempi in cui un discografico viene a sapere che una cantante ha chiuso il contratto con la concorrenza grazie alla soffiata di un disc jockey. Quando la voce arriva a Jerry Wexler dell'Atlantic a proposito di Aretha Franklin, la convoca con il marito-manager Ted White negli uffici di New York e li fa immediatamente firmare per l'Atlantic. E il momento in cui tutto cambia, per Aretha e forse anche per la musica soul. Il piano di Wexler, che da giornalista ha inventato il termine «rhythm and blues», è estremamente semplice. Lui pensa che i sei anni (e nove album) alla Columbia abbiano fatto solo intuire la portata del talento della figlia del reverendo Franklin. Ci vuole un viaggetto al Sud per portare alla luce le radici della sua musicalità, l'esplosività del gospel, le sfumature soul che produzioni eccessivamente pop hanno occultato a lungo. Troppo a lungo. La Stax, a Memphis, dice di no: i rapporti con l'astuto Wexler si stanno già guastando. Accettano agli studi Fame di Muscle Shoals, in Alabama, dove Wexler ha già registrato Wilson Pickett (sottratto, guarda caso, dall'Atlantic alla Stax). La sua richiesta è di mettere insieme una band multirazziale: gli rispondono di non preoccuparsi. Il 24 gennaio 1967, quando Wexler, White e Aretha arrivano a Muscle Shoals, si trovano però di fronte a un gruppo di musicisti tutti bianchi. Aretha si mette al piano, suona e canta I Never Loved A Man. come se tutte le ansie e le voglie di una generazione di donne (e di uomini e donne di colore, e uomini e donne di buona volontà) si potessero esprimere in tre minuti di musica calda, sensuale, autentica. E un momento magico, che come tutti i momenti magici dura pochissimo. A metà della seconda canzone, Do Right Woman Do Right Man, il marito di Aretha e uno dei fiati si prendono a pugni. La diva, suo marito e Wexler tornano a New York, dove, 1'8 febbraio, vengono raggiunti da una selezionata rappresentanza dei musicisti di Muscle Shoals. Registrano Save Me e, una settimana dopo, anche due cover strepitose: Respect, che è già stato un successo di Otis Redding e nell'interpretazione di Aretha diventerà un successo ancora piú grande, e A Change Is Gonna Come di Sam Cooke, amico della famiglia Franklin, il vero fondatore e ispiratore della musica soul. «Ce n'è voluto di tempo, ma ora so che un cambiamento sta per avvenire». Beh, è vero, il cambiamento è qui, è questo. (Mia valutazione: Ottimo)

di P. M. Scaglione - Rock! (Einaudi)

0 commenti: