17 maggio 2015

In The Garden - Van Morrison

The streets are always wet with rain
After a summer shower when I saw you standin'
In the garden in the garden wet with rain
You wiped the teardrops from your eye in sorrow
As we watched the petals fall down to the ground
And as I sat beside you I felt the
Great sadness that day in the garden
And then one day you came back home
You were a creature all in rapture
You had the key to your soul
And you did open that day you came back to the garden
The olden summer breeze was blowin' on your face
The light of God was shinin' on your countenance divine
And you were a violet colour as you
Sat beside your father and your mother in the garden
The summer breeze was blowin' on your face
Within your violet you treasure your summery words
And as the shiver from my neck down to my spine
Ignited me in daylight and nature in the garden
And you went into a trance
Your childlike vision became so fine
And we heard the bells inside the church
We loved so much
And felt the presence of the youth of
Eternal summers in the garden
And as it touched your cheeks so lightly
Born again you were and blushed and we touched each other lightly
And we felt the presence of the Christ
And I turned to you and I said
No Guru, no method, no teacher
Just you and I and nature
And the father in the garden
No Guru, no method, no teacher
Just you and I and nature
And the Father and the
Son and the Holy Ghost
In the garden wet with rain
No Guru, no method, no teacher
Just you and I and nature and the holy ghost
In the garden, in the garden, wet with rain
No Guru, no method, no teacher
Just you and I and nature
And the Father in the garden

...

Le strade erano sempre bagnate dalla pioggia
Dopo un acquazzone estivo, quando ti guardavo
Ferma nel giardino umido di pioggia
Tu asciugavi le lacrime dai tuoi occhi tristi
Mentre guardavamo i petali cadere sul terreno
E appena io mi sedevo al tuo fianco potevo sentire
La grande tristezza di quel giorno nel giardino
E un giorno tu sei tornata a casa
Tu eri una creatura in completa beatitudine
Tu avevi la chiave della tua anima
E la avevi aperta quel giorno che eri tornata nel giardino
Il vento leggero di fine estate soffiava sui nostri visi
La luce del Signore splendeva sulla nostra espressione divina
E tu eri di un colore di viola mentre sedevi
Accanto a tuo padre e a tua madre, nel giardino
Il vento leggero d’estate soffiava sui nostri visi
Assieme al tuo colore di viola, al tuo tesoro, alle tue parole profumate di estate
E proprio allora un brivido mi scese dal collo lungo la schiena
Facendomi bruciare nella luce del giorno e nella (pienezza della) natura, nel giardino
E tu sei caduta in trance
La tua visione di bambina divenne così bella
E noi udimmo le campane suonare nella chiesa
Noi ci amavamo così tanto
E sentivamo la presenza della gioventù
Della eterna estate, nel giardino
E quando ho sfiorato le tue guancie
Tu eri come nata di nuovo e arrossivi e noi ci toccavamo l’un l’altro appena
E noi sentimmo la presenza di Cristo
E io mi voltai verso di te e dissi
“Non esiste nessun guru, nessun sistema, nessun maestro
solo io e te e la natura
e il Padre, nel giardino”
“Nessun guru, nessun sistema, nessun maestro
Solo io e te e la natura
E il Padre,
E il Figlio, e lo Spirito Santo,
Nel giardino, umido di pioggia
Nessun guru, nessun sistema, nessun maestro
Solo io e te e la natura e lo Spirito Santo
Nel giardino, nel giardino, umido di pioggia
Nessun guru, nessun sistema, nessun maestro
Solo io e te e la natura
E il Padre, nel giardino

0 commenti: