23 ottobre 2011

Eddie Vedder - Into The Wild (2007)

di Silvano Bottaro

Into The Wild, primo album solista per Eddie Vedder, cantante e leader dei Pearl Jam, è anche colonna sonora del nuovo film scritto e diretto da Sean Penn dal titolo omonimo.
Del film, tratto dal libro che racconta la storia di Christopher McCandless, un giovane studente atleta, che come scelta di vita abbandona tutto e si mette in viaggio nelle zone selvagge degli Usa, da dove non tornerà più, l’unica cosa che vi e mi consiglio è quella di andarlo a vedere, del disco invece non ho dubbi, ascoltatelo.
A differenza dei dischi dei P.J., Eddie in questo disco è assai più acustico. Quasi tutti i brani sono da lui composti ed eseguiti, seguendo una strada più intima e cantautorale.
Non per questo il disco manca di energia e di vitalità, anzi l’intensità e l’emozione a volte sono veramente forti e cariche di trasporto. Le canzoni sono semplici piccoli gioielli in formato folk, anche perchè l'uso della voce e degli arpeggi delle chitarre, hanno la prevalenza sull'intero album. Le liriche marcatamente nude e crude, raccontano della dualità tra la vita e la morte, e sono come sempre cantate in maniera magistrale.
Anche se in questo lavoro, l'aggettivo originale potrebbe andargli stretto, il disco rimane tra i più belli di quest'anno. Vedder, che non fa certamente rimpiangere gli ultimi poco riusciti dischi dei Pearl Jam, merita una lode, per il coraggio, per l’impegno e per l’intensità che l'opera sa trasmettere. (Valutazione: Distinto)

2 commenti:

Blackswan ha detto...

Il film sta in vetta alla classifica dei miei preferiti e il disco vive di luce propria: bozzetti struggenti di folk selvaggio.

nella ha detto...

Da tenerli stretti entrambi!