30 dicembre 2016

13 grandi canzoni dei King Crimson #9

Thela Hun Ginjeet
(Discipline, 1981)

Adrian Belew sta camminando per le strade di Londra, prendendo appunti vocali sul suo registratore per una canzone sulla violenza urbana. All’improvviso si trova di fronte due rapinatori armati. Uno gli strappa il registratore e preme play: si sente Belew che parla di pistole e posti pericolosi (“this is a dangerous place, this is a dangerous place!”). I due si allarmano, pensano che sia un poliziotto, lui si avvita in una spiegazione senza fine sul fatto che in effetti è solo un musicista, e alla fine in qualche modo li convince. Tremante gira l’angolo, e si imbatte in due poliziotti oltremodo sospettosi a cui riesce con qualche difficoltà a spiegare la stessa cosa. Arriva finalmente allo studio, dove quasi isterico racconta agli altri l’accaduto; l’ineffabile Fripp, a sua insaputa, registra il tutto. Il risultato di questo gioco di specchi sonori è un pezzo frenetico e ansiogeno. “Thela Hun Ginjeet” è l’anagramma di “Heat in the Jungle”.

0 commenti: