30 marzo 2015

Guardian - Alanis Morissette

Guardiano

Tu, tu che hai sorriso mentre soffrivi

Tu, che hai perseverato nel profano
Erano distratti e non prestavano ascolto
Allora perché, perché vorresti parlarmi?
Quelle parole erano infamanti e invane
La loro promessa solida come la nebbia
E dov’era il tuo guardiano allora?
Sarò il custode della tua vita come tuo guardiano
Sarò il guerriero della tua custodia, ala tua prima guardia
Sarò il tuo angelo cui appellarti, arriverò su richiesta
L’onore maggiore di tutti, come tuo guardiano
Tu, tu che nel caos ti fingi sano
Tu, che ti sei spinto oltre l’umano
Loro come un rotolacampo spettrale
E dov’era il tuo guardiano allora?
Sarò il custode della tua vita come tuo guardiano
Sarò il guerriero della tua custodia, ala tua prima guardia
Sarò il tuo angelo cui appellarti, arriverò su richiesta
L’onore maggiore di tutti, come tuo guardiano
Adesso basta sorrisi mezzo desolati
Basta gestire l’ingestibile
Basta tener duro sotto la grandinata
Adesso arriva la tua guardiana
Sarò il custode della tua vita come tuo guardiano
Sarò il guerriero della tua custodia, ala tua prima guardia
Sarò il tuo angelo cui appellarti, arriverò su richiesta
L’onore maggiore di tutti, come tuo guardiano.

0 commenti: