12 febbraio 2014

PolyFauna, l’app lanciata dai Radiohead

L’applicazione per iOS e Android è gratuita. Ecco le forme di vita bizzare nate dalla mente di Thom Yorke

“Il tuo schermo è una finestra su un mondo che si evolve. Muovilo per guardarti attorno. Puoi seguire il punto rosso. Puoi usare le cuffie. Puoi farti guardare male sul treno”. Ecco la descrizione ufficiale di Polyfauna, la app gratuita per IOS e Android appena lanciata dai Radiohead.


Il concetto è, in effetti, piuttosto semplice: erede dell’app di Bjork legata a Biophilia, PolyFauna utilizza un pezzo dell’album dei Radiohead The King of Limbs – Bloom – e, a detta di Thom Yorke, nasce da “un interesse nei confronti della vita primitiva su computer e delle creature immaginarie del nostro subconscio”. Consente di creare con un dito delle forme di vita bizzarre e fluttuanti nel nulla che assomigliano davvero a organismi preistorici (oppure ad alieni, o a catene del dna) ispirate dal lavoro di Karl Sims; è un’app immersiva e misteriosa, che conduce – attraverso qualcosa che assomiglia a differenti livelli – tra diversi paesaggi brulli, quasi postatomici, ispirati all’arte di JW Turner e Peter Doig.

Realizzato grazie al contributo dello studio di design digitale Universal Everything, a Polyfauna hanno lavorato anche il superproduttore Nigel Godrich e Stanley Donwood, l’artista e scrittore inglese che ne ha realizzato lo sketchbook e cura il lato visivo dei Radiohead dai loro esordi (ha disegnato tutte le loro copertine, per dire). (Fonte)

0 commenti: