Art Pepper

Sax alto (1925 - 1982). E' uno dei maggiori altoisti emersi dopo Parker, forse sul piano di un Lee Konitz o di un Eric Dolphy, ma è molto meno noto di loro per ragioni extra-musicali. La sua esistenza, dibattutasi tra droga, malattie e carcere, ricorda da vicino quella di Chet Baker, e la sopravvivenza del suo talento ha del miracoloso.



Commenti

Etichette

Mostra di più

Post popolari in questo blog

Jeff Buckley - Grace (1994)

Counting Crows - August and Everything After (1993)

Jonathan Wilson – Rare Birds (2018)